Digitalizzazione del ciclo documentale (PCS) nel porto di Genova

By 29 October 2021Bacheca

Spett.Clientela

Il 1° novembre prossimo entrerà in vigore, dopo una proroga di un mese, l’ordinanza 7/2021 dell’ ADSP riguardante la creazione dei cosidetti codici di sicurezza PIN che porteranno ad una progressiva ed ulteriore digitalizzazione del porto di Genova.

I codici PIN saranno necessari, nelle procedure di import, per il ritiro del container dai terminal genovesi da parte dei trasportatori che, tramite loro procedurale e attraverso i sistemi in uso, dovranno comunicare il codice al terminal stesso.
Senza il possesso da parte del trasportatore del PIN, il container non potrà essere rilasciato e ritirato.

Seppur la fase iniziale sia “morbida”, poichè ci sarà sicuramente un periodo di transizione, il PIN diventerà sempre più restrittivo impendendo pertanto il ritiro dell’unità al trasportatore che ne è sprovvisto.
Da parte nostra vogliamo fin da subito iniziare a lavorare con i codici Pin, sia per vedere l’affidabilità degli stessi, sia per iniziare ad abituarsi a questa nuova situazione che porterà, in un prossimo futuro, alla progressiva probabile smaterializzazione del delivery order.

Il codice PIN sarà ricevuto, in fase di svincolo, dall’intestatario/transitario del delivery (di norma Saimare) in diverse forme a seconda della compagnia marittima utilizzata.

Sarà cura di Saimare comunicare ai propri clienti, in occasione dell’invio della prontezza doganale, i codici pin che dovranno essere forniti ai trasportatori.
Per motivi di sicurezza Saimare non comunicherà in alcun modo direttamente ai trasportatori, ad esclusione dei trasporti gestiti dalla scrivente, i codici PIN.

Distinti saluti

ORD7-2021

Author Editore Saimare

More posts by Editore Saimare